Spedizione €5 - Gratuita da €49

Cloro e capelli

Cloro e capelli

Capelli e cloro: 

in piscina senza pensieri in 4 step!


Nuotare è liberatorio, salutare ed è uno degli sport più completi: un vero toccasana per mantenersi in forma e stare bene. 


C’è un però: le piscine vengono disinfettate con il cloro, una sostanza ossidante che pulisce l’acqua ma è nemica giurata dei capelli, soprattutto di quelli tinti. 


Scopriamo insieme come fare per proteggere i nostri capelli dal cloro e continuare a nuotare tranquille

Capelli e cloro non legano!

Perché il cloro danneggia i capelli? 


Questa sostanza disinfettante aggredisce la cuticola, lo strato più esterno del capello, ed elimina gli oli prodotti dalla cute privando così le parti più interne del capello della loro naturale difesa contro le aggressioni esterne. 


Il risultato? Capelli fragili, aridi, secchi e sfibrati

Capelli trattati e cloro... legano ancora meno! 

La situazione è ovviamente più grave per chi ha capelli colorati e/o trattati: questi infatti, essendo già stati sottoposti a stress, sono più porosi.


Un capello poroso, come sappiamo, ha meno barriere protettive e per il cloro sarà molto più semplice penetrare al suo interno. 

Piscina o non piscina, questo è il problema? 

Assolutamente no: rinunciare ad una disciplina salutare come il nuoto o a una rilassante giornata in piscina con le amiche non è una soluzione valida.


Vediamo invece come tenere la situazione sotto controllo, proteggendo la chioma e rinvigorendo i capelli dopo la piscina in 4 semplici step!

  • 1. Prevenire

    Prima di entrare in piscina, facciamo una doccia!


    Sembra una banalità ma è un metodo molto efficace per ridurre l’impatto del cloro sui capelli, ecco perchè: i capelli sono come delle spugne, assorbono l’acqua fino a saturarsi.


    Le nostre chiome, grondanti di acqua dolce, avranno molta meno capacità di assorbire il cloro una volta immerse in piscina!


    E se concludiamo la nostra doccia con un bel getto di acqua fredda, questa aiuterà a sigillare le cuticole e il cloro farà ancora più fatica a penetrare all’interno.


  • 2. Proteggere

    Indossiamo sempre la cuffia, anche se si tratta di una piscina privata e quindi non è obbligatorio metterla. 


    Siamo tutte d’accordo sul fatto che non sia l’accessorio più cool e sexy della stagione, ma la cuffia - specialmente quella in silicone - è molto efficace nel creare una barriera contro il cloro.


  • 3. Sciacquare 

    Chi va in piscina soltanto per nuotare, può passare direttamente al punto 4.


    Invece, per quelle di noi che frequentano la piscina d’estate e ci passano parecchie ore, il consiglio è di sciacquare via il cloro dai capelli con acqua dolce dopo ogni bagno per evitare di seccarli e danneggiarli ulteriormente. 


    Se lasciassimo che i capelli pieni di cloro si asciugassero al sole, infatti, questi risentirebbero non solo dell’azione degli agenti chimici ma anche di quella dei raggi UV che riuscirebbero a penetrare a fondo nel capello, trovandolo fragile e con le cuticole aperte!  


  • 3. Coccolare

    Di ritorno a casa, o nelle docce della piscina, è il momento di coccolare e prenderci cura dei nostri capelli stressati


    Iniziamo dallo scrub muah!, che aiuta il cuoio capelluto a liberarsi da tutti i residui chimici che si sono depositati su di esso. 


    Procediamo con lo shampoo comebrilla!: super delicato, adatto a lavaggi frequenti, privo di tensioattivi aggressivi e idratante!


    Terminiamo la nostra coccola con il balsamo maisenza che, come si capisce dal nome, non può mancare nella nostra Hair Care Routine! 

Last but not least

Un ultimo consiglio, ragazze: piscina o non piscina, facciamo sempre attenzione alla temperatura dell’acqua: evitiamo di utilizzare acqua troppo calda perché sensibilizza il cuoio capelluto e secca il fusto


L’ideale è usare acqua calda-tiepida e alternarla con un getto finale più fresco che aiuti le cuticole a richiudersi.

Più Articoli